[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
[Bonus pubblicità 2020]
Home :: Rubriche :: DimensionEventi :: Tracce di sabbia
DimensionEventi
Tracce di sabbia
15-08-2014

Un foglio di carta, una lastra di vetro, una luce, una manciata di sabbia e quattro mani esperte che paiono ombre cinesi Ed ecco l’immagine un bimbo di pochi anni che osserva una misteriosa figura con un cappello che appare sull’uscio di casa proiettando la sua ombra sul pavimento. Improvvisamente  una mano cancella ogni cosa come il tempo fa con i ricordi. Quel  bimbo è ormai cresciuto e ora sta seduto di fronte al pianoforte mentre il suo vecchio maestro, con fare materno e paziente, gli insegna  tutti i segreti dello strumento nato nel diciassettesimo secolo dal genio del cembalaro italiano Bartolomeo Cristofori.  Ma  la lunga mano di Crono  passa ancora su quel foglio di carta  e, sotto la luce,  disegna un grosso bue legato al pesante giogo di una catena simile ad una pittura rupestre sulle pareti delle grotte della Val Camonica. È un vero tesoro lo scrigno del decimo genito della Terra e del Cielo che sa trasformare il passato per offrire sempre nuove occasioni e di quell’immagine resta soltanto l’anello della catena che diventa un cerchio che un ragazzino spinge con un bastone correndo su un prato, oppure un serpente unico compagno di un pellegrino che riposa dopo aver camminato per lunghi giorni nel deserto sotto il sole cocente, o ancora il frutto dell’Albero della Vita posto dal Creatore  in mezzo al Giardino di Eden,  affinché un piccolo uomo,  pieno di stupore, possa contemplarlo prima che la metamorfosi della memoria  lo trasformi in un guerriero africano uscito dal suo villaggio con lancia e giavellotto per cacciare i bisonti, o nell’adunco naso di una maschera inquietante o, ancora, nei lunghi capelli che incorniciano i delicati lineamenti del volto di una fanciulla addormentata tra le rose. Una fresca sera d’agosto, alle ore 21.00, in occasione dell’ultimo appuntamento dei Mercoledì musicali, in Piazza della Repubblica, due artisti, accompagnati da una chitarra elettrica ed un clarinetto, danno vita a oniriche visioni. E basta soltanto poca  polvere sottile figlia del mare e madre d’ogni essere umano per mutare completamente il nostro sguardo sul mondo.

Elena Toffoletto

Inserisci un commento:
 
Nome:
Email:
Pubblica: Nome   Email
Oggetto:
Commento:
[codice di sicurezza]    
   
 
   
Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
  VIDEO: Santandrea ha presentat...
  UTILITÀ
   PUBBLICITÀ


[separatore]

LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Mobilbagno Design - Pavimenti Ceramiche Arredamento]

[separatore]

[]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06 - Iscrizione al ROC n. 17423