[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
[Bonus pubblicità 2020]
Home :: Rubriche :: DimensionEventi :: Mamma ce n’è due sole
DimensionEventi
Mamma ce n’è due sole
30-01-2012: con Paola Quattrini, Debora Caprioglio e Rosario Coppolino

Un salice piangente, una panchina. Giuseppina (Paola Quattrini) si siede lentamente. Tanti pensieri affollano la sua mente nel giorno in cui, dopo  molti anni, incontrerà suo figlio Valentino (Rosario Coppolino). Rimane un attimo in silenzio, come per raccogliere i pensieri e inizia a narrare la sua storia. Una vita da romanzo, la sua. Troppo giovane, Giuseppina, troppo giovane per prendersi cura di quel figlio che è, per lei, la cosa più bella. Dopo l’abbandono del marito si aprono per lei le porte del carcere per vagabondaggio e, scontata la pena, tutti i lavori sono buoni pur di sopravvivere.  Ovviamente rigorosamente in nero.  Valentino cresce in orfanatrofio, viene adottato, diviene regista televisivo e sposa la bella Carolina. (Debora Caprioglio) Giuseppina, però, non lo perde di vista e per non sentire troppo la sua mancanza porta sempre con lei un album che ha composto ritagliando le sue foto dai giornali. Poi, un giorno, quell’inserzione: Carolina e Valentino cercano una governante tuttofare. Giuseppina suona il campanello ed entra in casa con discrezione e delicatezza, mentre Carolina, che si è appena svegliata, cerca, in modo piuttosto maldestro, di preparare un caffè. Giuseppina si accorge subito che qualcosa non va. Carolina è logorata dalla bassa stima di sé e dalla gelosia per il marito che, su richiesta di un onorevole altolocato, invita in casa attrici di poco valore in cambio di piccole parti nei suoi film, denaro e qualche scappatella. Valentino, da parte sua, è molto superficiale e non si accorge, o meglio, finge di non accorgersi, di minimizzare sistematicamente la sofferenza della moglie. Con pazienza, semplicità  e tenacia, Giuseppina non si stanca di mediare tra i due sposi e far comprendere loro l’importanza e il valore della fiducia e della sincerità nella vita di coppia. Ma ecco che, proprio mentre la serenità sta lentamente facendo il suo ingresso nella famiglia, Giuseppina comprende che il suo compito è terminato ed è giunto il momento di lasciare moglie e marito (che nel frattempo scoprono di aspettare un figlio) alla loro vita privata. “Non so se tornerò”- esclama- “forse ci rivedremo quando verrò a trovare la vostra novità…” Una delicata tenda bianca scende sulla scena mentre la nostra protagonista torna a sedersi sulla panchina e scoppia in una fragorosa risata che sottolinea il felice compimento della vicenda. Paola Quattrini e Debora Caprioglio, madre e figlia sulla scena, accompagnate dal giovane Rosario Coppolino, per una commedia giocosa, ma non banale, caratterizzata dalla sottile complicità del gesto e della parola.

Elena Toffoletto

Inserisci un commento:
 
Nome:
Email:
Pubblica: Nome   Email
Oggetto:
Commento:
[codice di sicurezza]    
   
 
   
Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
  VIDEO: A Portogruaro il 101° ...
  UTILITÀ
   PUBBLICITÀ


[separatore]

LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Mobilbagno Design - Pavimenti Ceramiche Arredamento]

[separatore]

[]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[Pulicasa]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06 - Iscrizione al ROC n. 17423