[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
Home :: News :: Comunicati Stampa
Comunicati Stampa
Portogruaro, divieto di bruciare i tradizionali "Panevin"
03-01-2021 - Portogruaro

IL SINDACO

PREMESSO CHE:

- in data 30 gennaio 2020, l'Organizzazione Mondiale della Sanità qualificava l'epidemia da COVID-19 come un'emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale;

- in data 31 gennaio 2020, con propria delibera, il Consiglio dei Ministri dichiarava lo stato di emergenza sul territorio nazionale, per sei mesi, a causa del sussistente rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

- il giorno 11 marzo 2020, l'Organizzazione Mondiale della Sanità giudicava l'epidemia da COVID-19 come una "pandemia", in considerazione dei livelli di diffusione e di gravità raggiunti dalla stessa a livello globale;

- con il Decreto Legge nr. 83 del 30 luglio 2020, recante "Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020", le disposizioni di cui ai Decreti Legge nr. I 9/2020 e 33/2020, che consentono di adottare specifiche misure di contenimento dell'epidemia, venivano prorogate, dal 31 luglio 2020 al 15 ottobre 2020;

- con il Decreto Legge nr. 125 dello 07 ottobre 2020, recante "Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giungo 2020", tale stato emergenziale veniva prorogato sino al 31 gennaio 2021;

VISTI

- l'art. 32 della Costituzione italiana;
- l'art. 32 della Legge nr. 833 del 23 dicembre 1978;
- il Decreto Legge nr. 19 del 25 marzo 2020, recante "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19";
- il Decreto Legge n. 76 del 16 luglio 2020, recante "Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale", convertito nella Legge n. 120 dell' 11 settembre 2020, con cui veniva abrogato il comma 2 dell'art. 3 del Decreto Legge nr. 19 del 25 marzo 2020, consentendo ai Sindaci l'adozione di ordinanze contingibili ed urgenti, dirette a fronteggiare il rischio sanitario connesso all'emergenza epidemiologica in corso;
- il Decreto Legge nr. 158 dello 02 dicembre 2020, recante "Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19";
- i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 marzo 2020, del 13, 18 e 24 ottobre 2020, del 3 novembre 2020 e del 3 dicembre 2020;

RILEVATO CHE il numero significativo di contagi da virus COVID-19 registrato sul territorio del Portogruarese impone l'adozione di misure restrittive di prevenzione, al fine di limitare tale fenomeno ed il suo incremento;

RITENUTO di dover adottare dei provvedimenti tali da impedire o ridurre i comportamenti consuetudinari e gli eventi tradizionali idonei ad agevolare il verificarsi di situazioni di concentrazione e di aggregazione di persone, con la conseguente mancata osservanza dell'obbligo del distanziamento interpersonale;

PRESO ATTO CHE, nei giorni 5 e 6 gennaio di ogni anno, è tradizione locale effettuare, in area pubblica e privata, l'abbruciamento di cumuli di residui vegetali e/o agricoli, denominati "panevin", con aggregazione di persone e, solitamente, consumo sul posto di cibo e bevande;

VALUTATA l'impossibilità di garantire, in occasione della tradizionale combustione di detti cumuli di residui vegetali e/o agricoli denominati "panevin", il rispetto del vigente divieto di assembramento e del prescritto obbligo del distanziamento interpersonale;

RITENUTO CHE l'impossibilità di garantire, in tali circostanze, il rispetto del vigente divieto di assembramento e del prescritto obbligo del distanziamento interpersonale costituisce un grave pericolo per la salute pubblica, essendo idonea a determinare un'accelerazione della diffusione del virus COVID-19;

PRESO ATTO della circostanza che la diffusione del virus COVID-19 determina un concreto rischio per la salute pubblica;

VISTO l'art. 50 del Testo Unico Enti Locali (decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 e ss. mm. ii.), che, in materia di attribuzioni del Sindaco quale rappresentante della comunità locale, al comma 5, prevede il potere di adozione di provvedimenti di carattere contingibile e urgente, nel rispetto dei principi dell'ordinamento, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica;

VISTO l'art. 7 della legge 7 agosto l 990 n. 241 e ss. mm. ii., in virtù della quale, per i provvedimenti caratterizzati da particolari ragioni di celerità del procedimento, consistenti nel caso di specie nell'urgenza di dare immediata tutela all'interesse della salute pubblica, non è comunicato l'avvio del procedimento;

VISTO l'art. 21 bis della legge 7 agosto 1990 n. 241 e ss.mm.ii. ultimo periodo secondo cui i provvedimenti limitativi della sfera giuridica dei privati aventi carattere cautelare ed urgente sono immediatamente efficaci;

VISTO l'art. 650 c.p.; 

ORDINA


1. Il rispetto del divieto di effettuare, su tutto il territorio comunale della Città di Portogruaro (VE), in area pubblica e privata, dalle 00:00 di martedì 5 gennaio 2021 alle 24:00 di mercoledì 6 gennaio 2021, la combustione o l'abbruciamento dei tradizionali cumuli di residui vegetali e/o agricoli denominati "panevin".

2. Gli organi di cui all'art. 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689, provvederanno alla verifica della corretta esecuzione della presente ordinanza.

3. L'inosservanza del presente provvedimento è punita ai sensi dell'art. 650 c.p.

4. Per l'annullamento della presente ordinanza è ammesso ricorso dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale Veneto, entro il termine di sessanta giorni dalla sua pubblicazione, ai sensi del Codice del Processo Amministrativo, approvato con decreto legislativo 2 luglio 201 O, n. 104, oppure e in alternativa tramite il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, nel termine di dodici giorni dalla stessa data, ai sensi dell'articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1971, n. 1199.

Tutti i termini di impugnazione decorrono dalla pubblicazione della presente all'Albo Pretorio del Comune.

Il sindaco
Florio Favero

Inserisci un commento:
 
Nome:
Email:
Pubblica: Nome   Email
Oggetto:
Commento:
[codice di sicurezza]    
   
 
   
Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
  Ti potrebbero interessare anche:
[Portogruaro, lavori di manutenzione straordinaria in via Gardissere]
20-01-2021
Portogruaro, lavori di manutenzione straordinaria in via Gardissere
[Portogruaro, via Palladio: lavori allacciamento acquedotto]
19-01-2021
Portogruaro, via Palladio: lavori allacciamento acquedotto
[Libreria Todoro: un anno al servizio dei giovani lettori]
19-01-2021
Libreria Todoro: un anno al servizio dei giovani lettori
  VIDEO: Santandrea ha presentat...
  UTILITÀ
   PUBBLICITÀ


[separatore]

LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Mobilbagno Design - Pavimenti Ceramiche Arredamento]

[separatore]

[]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06 - Iscrizione al ROC n. 17423