[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
Home :: Rubriche :: La Bussola Musicale :: Jonas David sbarca a Summaga di Portogruaro
La Bussola Musicale
Jonas David sbarca a Summaga di Portogruaro
04-03-2013

Grandiosa la serata che lo scorso 22 febbraio si è svolta presso l'Agriturismo Noiari di Summaga di Portogruaro. Ad allietare il pubblico un giovane cantautore tedesco indie-folk Jonas David (classe '87), accompagnato dai musicisti Davide Iacono alle percussioni e Johannes Dietsch alla chitarra acustica, nel glockenspiel e alle tastiere. Il concerto è stato voluto ed organizzato dal proprietario dell'Osteria Re di Denari di Portogruaro, e comprende un trio di serate dal vivo, con musica internazionale, intitolate "Live Jet Set". Il concerto è iniziato intorno alle 10.30 e ha visto coinvolti Jonas e i suoi musicisti per più di un'ora di performance live. I ragazzi hanno presentato alcuni brani del primo disco "Waters" e del secondo "Keeps the Times" in chiave folk cantautorale. Interessante l'attenzione da parte del pubblico; quella sera erano infatti presenti molte persone, tutte coinvolte dalle note folk di brani come "Shield", che Jonas ha cantato e suonato con molta disinvoltura: "What a face I'll wear when the clouds grow? What a line I'll write for you hope?....". Il cantautore tedesco ha portato sul palcoscenico, oltre a "Shield", brani come “Keeps the Times”, “Hush”, “Shades”, “Weak Bones”, “Fears Take Flight”, “Silence Screams” e “Darkness Around”, questi ultimi due dal primo disco. A fine serata, conversando con Jonas, ci dice: «Il messaggio delle mie canzoni deriva nel trasmettere ciò che è presente nella mia mente e nell'anima». Parlando poi del concerto e del tour, afferma: «Mi ritengo soddisfatto del concerto di questa sera; la città di Portogruaro non la conoscevo, purtroppo non ho parenti o amici qui. Il 23 febbraio mi esibirò a Padova e prossimamente sarò in Cina».



SHIELD
What a face I'll wear when the clouds grow?
What a line I' ll write for your hope?
Is there anything I could care for?
Just to cover you from your wars.

What a bell will ring in the meantime?
Will the fires stay awake?
Is there any place  for the sleepers?
Is it me, who will forsake?

Let it be your shield
Cause I am not to weak
Let it be me
That carries you home
Carries you home


Alessandra Sartori

Inserisci un commento:
 
Nome:
Email:
Pubblica: Nome   Email
Oggetto:
Commento:
[codice di sicurezza]    
   
 
   
Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
  VIDEO: Santandrea ha presentat...
  UTILITÀ
   PUBBLICITÀ


[separatore]

LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Pulicasa]

[separatore]

[]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06