[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
Home :: News :: Comunicati Stampa
Comunicati Stampa
Archivio storico ed ex carceri a Portogruaro, le interrogazioni del Centrosinistra
09-09-2017 - Portogruaro

I sottoscritti Marco Terenzi, Irina Drigo,Vittoria Pizzolittoe Roberto Zanin Consiglieri Comunali del gruppo di Centrosinistra “Più Avanti Insieme”presentano, ai sensi dell’art.33del Regolamento del Consiglio Comunale, la seguente interrogazioneavente per oggetto:
progetto di adeguamento dell’edificio ex –carceri mandamentali da destinare a nuova sede dei servizi sociali del Comune e  determinazioni in ordine all'archivio storico della città.
Premesso che:
-    il trasferimento dei servizi sociali nei locali delle ex –carceri è stato previsto  nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2017/2019, con gli “interventi di adeguamentoedificio «ex carceri» mandamentali nuova sede servizi sociali”, per un importo di 100.000 Euro, oltre all’importo di 30.000 Euro, previsto nel 2016, destinato, nel medesimo edifico, ai lavori di sostituzione della cancellata e della recinzione;
-    il 27 gennaio 2017, con Determina Dirigenziale n. 199 veniva affidato l’incarico ad un professionista per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera in questione per l’importo complessivo di € 3.045, 12 al fine di procedere con la gara di appalto entro lafine dell’anno corrente ed avviare i lavori di esecuzione;
-    nel maggio del 2017, con deliberazione del Consiglio Comunalen.19 si è provveduto ad aumentare le risorse già preventivate con altri 30.000 Euro, portando l’opera a complessive € 130.000, perchési era “manifestata la necessità di procedere all’esecuzione di alcuni interventi non previsti in fase di redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica”;
-    successivamente, con delibera del Consiglio Comunale n. 48 del 27.7.2017, l’Amministrazione Comunale ha inteso procedere anche all’adeguamento degli impianti di riscaldamento ed elettrico, in quanto ritenuti “obsoleti ed inefficienti” ed alla realizzazione di un nuovo impianto di condizionamento, dei locali di cui in oggetto, con un aumento complessivo di 70.000 Euro;
-    per poter procedere celermente all’appalto dei lavori e tenuto conto degli “attuali carichi di lavoro affidati al personale tecnico del Comune” con determina n.1550 del 21 agosto 2017 si è provveduto ad affidare, a professionisti esterni alla stazione appaltante, ai sensi dell’art.24 comma 1 lettera d) del D.Lgs. n.50/2016, l’incarico della progettazione degli impianti di riscaldamento, elettrico e di climatizzazione dell’edificio ex-carceri;
-    con medesima determina si è proceduto:
-    a) all’integrazione della spesa per la progettazione definitiva esecutiva, direzione ed esecuzione lavori in sicurezza per un totale di 16.748,16 Euro;
-    b) ad impegnare l’importo complessivo di Euro 27.550, 24 nell’apposito Capitolo n. 22015 “Interventi di adeguamento edificio ex-carceri per nuova sede servizi sociali” di Bilancio esercizio 2017.
Dato atto che :
-    dal procedimento, come sopra esposto, emerge che l'importo dei lavori di adeguamento delle ex-carceri per ospitare la nuova sede dei servizi sociali, compreso i costi  relativi alla cancellata e recinzione,  ammonta complessivamente ad Euro 252.112,24, con un aumento dei costi rispetto all’importo preventivano di 130.000 pari al 193%
Considerato che:
-    nel febbraio del 2010 l’Amministrazione Comunale aveva steso un piano di fattibilità che prevedeva uno sviluppo della scaffalatura per ml.1.540 utile a contenere un patrimonio di n° 50.820 volumi, in grado quindi di accogliere l’intero patrimonio di documenti storici della città di Portogruaro attualmente depositato nel sottotetto del palazzo municipale, in Villa Martinelli, nelle ex scuole elementari di Portovecchio e, per la parte più antica, nella biblioteca comunale in Palazzo Venanzio;
-    l’identificazione delle ex-carceri come sede dell’Archivio Storico del Comune trova la sua ragione nella sua collocazione a fianco del Centro Culturale Venanzio, sede consona e rispondente alla funzione culturale del centro, di servizio a studiosi e ricercatori attratti dal patrimonio documentale che la città di Portogruaro può vantare;
-    le ex –carceri rispondono logicamente a questa funzione di supporto culturale all’interno di un’area già interessata dalla presenza di istituzioni importanti come il Centro Culturale Venanzio, il Polo Universitario ed il Collegio Marconi, il Museo Archeologico e l’Istituto di Scienze Religiose che ne fanno idealmente “la cittadella della cultura” della città;
-    fin da subito, abbiamo ritenuto la scelta di adeguare l’edificio delle ex -carceri per ospitare la nuova sede dei servizisociali anziché l’Archivio Storico, una scelta sbagliata, perché non tiene conto dell’investimento culturale già prodotto in quell’area e delle risorse già impegnate nella struttura;
-    la nuova sede dei servizi sociali nelle ex –carceri se da un lato risponde convenientemente all’utilizzo del patrimonio immobiliare del Comune per risparmiare nel costo di affitti verso privati, dall’altro risulta logisticamente inadeguata ad accogliere e a servire i cittadini data la difficoltà di parcheggio e di accesso all’area;

-    dal punto di vista economico il progetto iniziale di adeguamento delle ex – carceri è raddoppiato e questo, fatte salve le competenze tecniche e professionali dei soggetti interessati, perché il luogo era vocato ad altra destinazione e i ripensamenti in corso d’opera con i conseguenti costi aggiuntivi, ne sono la riprova.

Tutto ciò premesso e considerato chiediamo:
a) Quali sono le motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione Comunale a non utilizzare il progetto di fattibilità, già elaborato dalla precedente Amministrazione, relativo all’adeguamento delle ex –carceri adiacente al centro culturale e quindi propedeutico ad un utilizzo coerente per ospitare l’Archivio Storico del Comune, attualmente depositato in più sedi.
b) Come e con quali tempi l'Amministrazione Comunale intende, anche utilizzando il cospicuo avanzo di amministrazione maturato e le normative in merito alla conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico e culturale, dare adeguata, unificata e funzionale collocazione logistica all'archivio storico, in grado di accogliere tutto il patrimonio dei documenti storici della città?
c) Quali sono le ragioni che hanno impedito una corretta valutazione e programmazione degli interventie che hanno portato a rivedere per ben tre volte il progetto base -relativo all' adeguamento dei locali delle ex-carceri allo scopo di ospitare la nuova sede dei servizi sociali-con un aumento dei costi pressoché raddoppiati, pari al 193% rispetto all’importo preventivato di 130.000comprensivo del rifacimento della cancellata.

Inserisci un commento:
 
Nome:
Email:
Pubblica: Nome   Email
Oggetto:
Commento:
[codice di sicurezza]    
   
 
   
Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
  Ti potrebbero interessare anche:
[Ass. Per Annone: digitalizzare l'archivio comunale]
03-08-2017
Ass. Per Annone: digitalizzare l'archivio comunale
[Oggi il via alla Fiera di Sant'Andrea]
19-11-2017
Oggi il via alla Fiera di Sant'Andrea
  VIDEO: Rissa tra richiedenti a...
  UTILITÀ
LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Tennis Club Portogruaro]

[separatore]

[Sonno e Benessere]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06 - Iscrizione al ROC n. 17423